Categorie
Varie

4 giorni di ordinaria follia

 

 

 

A parte “quel” film che ha fatto epoca per  titolo e trama, dei miei 4 giorni poco ordinari e magari folli  rispetto al modo più comune di viaggiare in bici, c’è analogia. Qui faccio un passo indietro per spiegare meglio il mio modo di viaggiare. Non nasco di certo ciclista ma lo divento perché mi piace stare all’aria aperta, sono sportivo abbastanza per pedalare con la bici da corsa e mi piace farlo anche in compagnia. Pedalare annusando l’aria fresca, scrutando la natura e assaporandone il piacere di farvi parte, non ha prezzo! Mettiamoci anche un pizzico di performance che come sportivo non manca e viene fuori la mia storia di ciclista. Inizio a pedalare dopo aver praticato altri sport, con amici che si dedicano alle gran fondo che in quegli anni vanno molto forte. Su come sono organizzate o meglio su chi viene “invitato” a partecipare vincendo a man bassa perché ex professionista e anche dopato finisco e stendo un pietoso velo! Parlavo di bicicletta, di amici e di fantastiche opportunità di pedalare, di viaggiare, di conoscere posti nuovi. L’Italia è veramente molto bella e un posto che già conosci se ci ripassi in bici lo trovi ancor più bello! Le ore che passo sulla sella non bastano mai e allora inizio a fare delle Randonnée. La prima e direi la sola manifestazione mal riuscita di lunga percorrenza fu la Rimini – Viareggio ovvero la Coast to Coast Italiana, oltre 300 km. Proprio dieci anni fa, ai primi di giugno del 2003 quando da pochi giorni era scoppiato il gran caldo. Fu un giorno infame, la disorganizzazione e il pressapochismo nel far affrontare un percorso simile senza dei ristori decenti prima annunciati e poi saltati, ne ricordo uno solo ai piedi dell’Appennino romagnolo dove trovai un solo biscotto e null’altro e un po d’acqua. Poi pian piano le Randonnée si sono uniformate allo stile europeo, pochi ristori ben organizzati dove ogni tot km far timbrare la carta di viaggio e via con i soli tuoi mezzi in perfetta autonomia fino al traguardo. Ricordo nel 2007 la Parigi Brest Parigi ” l’olimpiade del cicloturismo ” come viene definita, la più vecchia corsa al mondo, che nonostante un meteo incredibile lungo tutti gli oltre 1200 chilometri dove si vede la partecipazione delle persone dei luoghi ove si transita è lodevole e gratificante al massimo. Sono andato oltre anche alle Randonnée pedalando sempre in autonomia ma con più partecipazione verso il paesaggio. Con la bici+tenda si riesce nonostante si debba viaggiare più lenti a vedere e gustarsi ogni attimo, sostare per “fissare” un fotogramma di uno scorcio, scattare una foto ad un personaggio a cui si chiede un informazione, alla natura incontaminata di certi luoghi, tutto ciò è impagabile! In questi giorni sto preparandomi per partire per l’ultima parte di un viaggio che alcuni definiscono ” il mio viaggio” cioè pedalare fino a Istanbul e che io purtroppo l’ho dovuto fare in 3 momenti diversi causa il poco tempo a disposizione. Gente come Emilio Rigatti oppure Ian Hibell che proprio ad est di Salonicco in Grecia fu ucciso per la disattenzione di un automobilista. La settimana scorsa avendo solo 4 giorni a disposizione, ho deciso di provare un altro modo di viaggiare. Niente cartine, niente programmazione di tappe o altro. Partito verso una direzione ho deciso di mano in mano che proseguivo la strada che avrei preso. Sono passato per stradine asfaltate e no, per ciclabili e non solo, per pinete, boschi e pedonabili sul mare. Devo dire che la mente viaggiando così è sempre libera, una specie di meditazione su due ruote. Certo che non sempre si può fare ma nei miei giri giornalieri faccio sempre più fatica a “fissare” una meta, preferisco variare a secondo del momento e in quei 4 giorni di ordinaria follia m’è venuto bene far così, viaggiare.

Immagine

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...