Categorie
Varie

Il prezzo della libertà

Quattro cagnolini ci rincorrono sulla Carretera Austral, uno ha il musetto diverso, di colore nocciola come uno dei fratellini mentre gli altri due sono di colore nero. Hanno si e no sei mesi e cercano di giocare un gioco molto pericoloso, rincorrere le auto e tutto quello che passa di lì. Ci seguono cercando di morderci, allungo un po la pedalata e li allontano. Ilves pedala sempre costante e se li trascina dietro mentre il “musetto” gli da un morsicotto alla caviglia lasciandogli un segno. Pochi metri dopo la curva c’è il lago Escondido dove ci eravamo prefissi di fare una sosta e aspettare un amico. Abbiamo conosciuto Paolo ieri alla Panaderia La Union di Tolhuin, non ci si trova tanto con i nostri connazionali e quando ci aveva avvicinato per conoscerci ci aveva detto di volersi fermare lì per la notte mentre noi avevamo preferito continuare per poi fare una sosta libera nella quiete del bosco patagonico. Mi allontano dai cagnetti per chiedere in una casa vicina dell’acqua, la signora mi sembra molto gentile ed infatti ci mettiamo a parlare mentre mi riempie le bottiglie e gli chiedo se conosce i cagnetti li vicino, li guarda e mi dice che non li ha mai visti, mi chiede se li può tenere lei. Io rimango incredulo dicendogli di si e anzi ne sarei proprio felice. Apre il cancello e loro baldanzosi entrano mettendosi a giocare con il suo bimbo. Poco dopo arriva anche qualche ciotola di cibo. È bellissimo vedere il bimbo che corre e gioca con i quattro fatellini. Sono quasi commosso nel vedere ciò mentre saluto e ringrazio la signora per l’acqua e perché dà ospitalità e toglie dalla strada questi esserini pelosi. Ma faccio per allontanarmi montando sulla bici che loro mi guardano e facendo uno sforzo incredibile riescono a liberarsi passando attraverso la recinzione della casa e ritrovandosi ancora sulla strada ad inseguire qualsiasi cosa passi. Mi viene un groppo in gola pensando ai pericoli che vanno incontro ma la loro natura è questa. Mentre mi allontano mi giro a guardarli che corrono felici, poco dopo spariscono in mezzo alla boscaglia. Spero vivamente che abbiamo visto qualcosa di più interessante in mezzo al bosco mettendo fine al quel gioco pericoloso!

P1050847

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...