Categorie
Varie

Dopo 8 anni…

Sono passati solo otto anni! Tanti, pochi, non so. Otto anni fa avevo percorso il nord della Francia con la mia vecchia bici Colnago Master facendo la Parigi Brest Parigi. In questi giorni ho seguito amici, reali e virtuali, per tutti ho avuto una parola spero appropriata per incoraggiare chi per un motivo od un altro aveva bisogno di una “spinta” virtuale o una motivazione generica. Mi sono appassionato per tutti! Chi per problemi fisici, chi non li ha durante questa ultracycling? o mentali, ha sentito contro il corpo e mente farsi gigante in suo confronto, una sensazione che solo chi ha provato può capire! Alcuni ce l’hanno fatta a superare ciò altri no, importante come ho avuto modo di dire ad un’amica “l’importante è stato averci provato”, come nella vita, se sei in corrente non devi subirla ma combatterla affrontandola. Tra i tanti ho letto oggi di un “amico” che è tra i più assidui frequentatori alla PBP con la sua sesta partecipazione e che di sei edizioni, quattro le ha portate a termine, mentre due volte non è arrivato in tempo! Olandese, fortissimo, oltre a partecipare a questa manifestazione straordinaria ha un curriculum eccezionale avendo fatto tutte le Randonnee in Europa, avendo pedalato in quasi tutto il mondo con il suo modo tranquillo fotografando come in molti hanno potuto vedere magari incrociandolo sulle strade francesi. Nel 2007 quando lo conobbi durante la PBP eravamo appena partiti da poche ore, pioveva come solo nel 2007 ha piovuto, noi tutti stavamo pensando ai fatti nostri, io avevo appena forato, sotto la pioggia e lui che faceva, fotografava e pedalava, pedalava e fotografava, aveva una parola buona, un sorriso per tutti. Personaggio fantastico! Lo ritrovai mi sembra di ricordare a Dreux, seppi poi che si era addormentato arrivando fuori tempo massimo, ma questo a Lui non importava. Ora leggo che nonostante tutto ha finito appena 35 minuti prima del “out of time”, “just in time, what you need” gli ho risposto 🙂 . Arrivare 1 o 10 ore prima non fa differenza se la pensi come Lui e “noi” siamo fatti così! Di agonistico in una “corsa” così non sento di aver niente a che fare. Ci fanno pedalare in un mondo che noi italiani non siamo abituati. In strade dove gli automobilisti nonostante non ci sia divieto alcuno di transito non si sognano di interferire con le velò, regine della strada, in quei giorni e non solo. In strade dove la gente sta li ad aspettarti, ad incitarti, a condividere le gioie e i dolori facendosi in quattro se solo capiscono che hai bisogno. Portano i bambini a vedere, ad aiutare, a porgere un biscotto, un bicchiere d’acqua, una parola buona, porgono la mano per chiederti un “5” e via felici di esserci stati! Ho un ricordo talmente significativo che mi commuovo al pensiero di tutto ciò e il mio più grande rammarico è di non essere ritornato a fare una “corsa” del genere, una “corsa” storica, la più vecchia del mondo, che spero rimanga per tanto tanto tempo ancora! Grazie Parigi Brest Parigi, anche 8 anni dopo mi hai fatti rivivere certe emozioni!

S/W Ver: 85.97.F1P
S/W Ver: 85.97.F1P

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...