Categorie
Bike Viaggiare

Cicloviajero

Un paio di mesi fa sono stato invitato a parlare delle mie esperienze di viaggi in bicicletta percorrendo le strade nel Sud America in memoria di Mauro Talini  morto nel 2013 durante il suo viaggio da Ushuaia al sud dell’America del sud fino in Alaska. L’avevo conosciuto una settimana prima della sua partenza, casualmente, cosi come capita sempre tra viaggiatori. Mi aveva lasciato una ottima impressione per la sua semplicità e la calma interiore che dimostrava parlandogli. Purtroppo è successa la cosa più triste che possa accadere ad un viaggiatore in bicicletta. Ciclo viaggiando siamo esposti a tanti problemi ma il desiderio di viaggiare in bicicletta, il viaggiare lento ci gratifica al punto che passiamo oltre al problema più importante a cui andiamo incontro. Pochi giorni fa avevo condiviso sui social, una ricerca di un ciclo viaggiatore Polacco di cui non si aveva più notizia da oltre una settimana. La notizia del suo ritrovamento purtroppo è arrivata non come si sperava, anzi, oltre ad avere conferma della sua morte si è avuta notizia che non era solo, ma era con un amico tedesco, anche lui in bicicletta e anche Lui trovato morto nelle stesso tratto di strada, a San Cristobal nel Chiapas in Messico . Viaggiavano verso sud con intenzione di arrivare ad Ushuaia entrambi. Si erano trovati condividendo la strada per un certo periodo, fino a che, come accade sempre tra di noi, la strada ha la stessa direzione e gli stessi interessi. Li hanno trovati in una situazione che tutto farebbe pensare ad un duplice omicidio. La gendarmeria locale nega tutto adducendo si tratti invece di due incidenti distinti e separati dal ritrovamento, perchè i due sono stati trovati  morti ad una distanza di circa 5km uno dall’altro, ma con la stessa dinamica. Holger Franz Hagenbusch e Krzysztof Chmielewsk stavano viaggiando insieme e li hanno assassinati derubandoli delle cose che avevano, sembra addirittura delle scarpe! E’ una storia triste, incredibile ma purtroppo cosi è. Il problema principale ora è quello che si sente dal tam-tam dei ciclo viaggiatori in transito della nazione appunto che è sempre la stessa. Una nazione che avrebbe moltissimo da dare e che ha purtroppo molto da recriminare. Il Messico è una nazione di una bellezza irrinunciabile e l’unica a meno che non si prenda un aereo , per passare dal nord al sud America! Peccato per questo, ma ancor più per le vite di questi tre amici! Questo mio è un pensiero per loro tre, per chi ha perso la vita viaggiando in bici e per chi muore senza che noi tutti sappiamo sia successo.

Vi do un arrivederci, dove pedaleremo su strade verdi e cieli azzurri, dove tutti prima o poi ci ritroveremo senza paure, felici come siamo quando pedaliamo in compagnia oppure in solitudine, ma sempre con gioia e il sorriso sul viso. 

Questo il video del racconto del loro incontro e il resoconto della polizia locale.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...