Categorie
Varie

Piste Ciclabili

IMG_7291.jpg

Definizione di Pista Ciclabile da Wikipedia:

Una pista ciclabile (o ciclopista ) è un percorso protetto o comunque riservato alle biciclette, dove il traffico motorizzato è generalmente escluso. Lo scopo di tali percorsi è separare il traffico ciclabile da quello motorizzato e da quello pedonale, che hanno velocità diverse, per migliorare la sicurezza stradale e facilitare lo scorrimento dei veicoli. Essi, proprio per la maggiore sicurezza dei ciclisti, svolgono anche il ruolo di strumento per lo spostamento di quote di mobilità dal mezzo motorizzato privato alla bicicletta, riducendo in tal modo congestione e inquinamento.

Curioso notare che alla base di questa definizione oltre a specificarne l’uso importante è la sicurezza dei veicoli in queste diverse tipologie di strade, la SICUREZZA di TUTTI i veicoli! Oltre specifica pure che veicolando al meglio si riduce la congestione e l’inquinamento dovuto al traffico dei mezzi a motore. Questo per dire che incrementando l’uso di una bicicletta si guadagna in salute, per tutti e non certo per ultimo si avrà maggior risparmio energetico. Ma come si può andare in bicicletta in un paese dove si rischia la vita ogni momento percorrendo strade insicure e pericolose? Mi è capitato di fare un migliaio di chilometri in estate arrivando al confine della repubblica Ceca e pedalando al nord Italia, Austria e Germania fino a Marktredwitz. Da Bologna a Verona la realtà è triste e il pericolo è altissimo, oltre Verona si possono affrontare “ciclabili” anche se a dir poco insicure e mal progettate. Arrivando quasi a Trento ho notato che la situazione migliora notevolmente. La cosa mi ha incuriosito tanto che parlando con locali mi è stato riferito che i fondi per costruire la ciclabile sono arrivati dalla comunità europea, ma solo nelle regioni autonome (ironia della sorte). Questa ciclabile che da Affi – in provincia di VR ma in modo abbastanza dispersivo si collega successivamente alla ciclabile dell’Adige e ad altre più famose come la Via Claudia Augusta e la rete Eurovelo. Schermata 2018-11-03 alle 19.46.50.png

Ecco una chiara spiegazione di cosa si tratta parlando di Eurovelo. Facendo un passo indietro vorrei ricordare che Eurovelo prese forma dagli anni 90 con una rete “Europea” di circa 70.000 chilometri. La rete Eurovelo sono facili da seguire solo per quanto riguardano i paesi dove c’è una buona tradizione ( ed educazione ) cicloturistica, addirittura con percorsi separati da quelli del traffico automobilistico, mentre l’Europa meridionale e orientale hanno il vantaggio di far sperimentare al cicloturista un certo senso di avventura. Noi Italiani siamo entrati in Europa ma non del tutto, sul cicloturismo siamo ancora purtroppo molto indietro. Ogni volta che varco i confini nazionali vedo cose che da noi è pura utopia, una famiglia completa che viaggia in bicicletta. IMG_7100.jpg

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...