Categorie
Varie

Campeggio libero! si può fare? si, no, forse …….

Confine Cile Argentina – Laguna del desierto

Possiamo affermare che in Italia è vietato fare campeggio libero? NO! perchè come al solito nel nostro paese le normative variano da regione a regione. In alcune regioni è espressamente vietato, mentre in altre non vi è nessuna normativa al riguardo. 

Manca una legge nazionale al riguardo e le regioni agiscono come meglio credono. Alcuni comuni prevedono nei loro regolamenti che si debba richiedere o notificare all’ufficio del sindaco la propria intenzione. Immagino che non lo faccia nessuno, ma diciamo che vale il principio del buon senso e del rispetto, primo tra tutti quello ambientale. Se non dai fastidio sei nel giusto. 

Ovviamente è buon senso non montare la tenda:

  • dove potrebbe dar fastidio a qualcuno (passaggio di mezzi, anche agricoli, animali ecc. o anche posti che impediscono ad esempio il passaggio delle persone
  • dove è espressamente vietato;
  • in zone urbane (parcheggi ecc.);
  • troppo in bella vista;
  • in zone pericolose (alvei di fiumi in secca, riserve naturali dove vi siano animali considerati rischiosi, tipo cinghiali, orsi ecc.
  • vicino a strutture ricettive come agriturismi e alberghi.

In definitiva si può dire che salvo dove espressamente vietato è permesso bivaccare, ovvero montare la tenda limitatamente alle ore notturne. Ovviamente ci dovremo attenere ad una serie di attenzioni, la prima è di montare la tenda al tramonto e smontarla all’alba. 

 Praticare il campeggio libero vero e proprio, quindi montare la tenda e viverci per alcuni giorni è contemplato solo in alcune regioni e solo dove i Comuni concedano ad associazioni, enti ecc. la possibilità di campeggio libero per un numero massimo di giorni che solitamente è di 15 giorni ( ad esempio agli scout ).

Alcune regioni invece vietano assolutamente il campeggio libero con Legge Regionale n. 40 del 1984 all’art. 12, in aree non adibite espressamente a campeggio. E’ il caso del Veneto, Friuli Venezia Giulia e Sardegna.

In queste regioni però come in tutta Italia, si può eventualmente bivaccare (passare la notte). E’ anche sempre possibile montare la tenda, a pagamento o a titolo gratuito a seconda dei casi anche in cortili e giardini di privati, previa autorizzazione dei proprietari stessi.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...